I riti mascherati nelle minoranze linguistiche a Trentino Brand New

Dro, 11 dicembre 2018

“Le minoranze linguistiche alla prova del rito mascherato” è il titolo dell’intervento con cui Giovanni Kezich, direttore del Museo, ha partecipato martedì 11 novembre a Trentino Brand New: l’etnografia dei riti mascherati dell’inverno europeo, più o meno propriamente associati al nostro concetto di “carnevale”, rivela una ricorrente contiguità con le minoranze linguistiche del continente stesso, così come esse si dispongono sull’areale continentale, tanto da poter essere assunti, in molte situazioni, nei loro costumi e nella loro specificità iconologica, quale vero e proprio blasone identitario della minoranza stessa. A ben guardare, tuttavia, la realtà si discosta un po’ da queste concezioni prevalentemente ideologiche, e un suo esame obiettivo ci può forse aiutare a mettere meglio a fuoco il concetto di “minoranza linguistica” nella sua specificità sociostorica.

Trentino Brand New è un laboratorio in cui il confronto con i professionisti e la sperimentazione si articolano in un percorso destinato ad evolversi giorno dopo giorno, sessione dopo sessione. In veste di docenti: esperti di social media, turismo, narrazione, identità visiva, e ancora fotografi, antropologi, architetti e altri professionisti selezionati di volta in volta per lavorare con i partecipanti per ampliare e approfondire le riflessioni culturali sul territorio, analizzarne il presente in continuo cambiamento, sperimentare mezzi, strumenti e impatti fuori dai registri consolidati, configurando nuove possibilità di comunicazione. In questa terza edizione, Trentino Brand New ha chiamato a raccolta mentori, docenti e partecipanti per proseguire il lavoro sugli immaginari montani e identitari, attraversando anche temi specifici come le minoranze etnico linguistiche, indagandone gli elementi immaginifici e folkloristici che fanno emergere radici comuni tra le realtà locali, vicine e internazionali.

Quest’anno la TBN SOCIETY amplia la visione con il contributo, oltre che di Giovanni Kezich, anche di Duccio Canestrini (antropologo), Francesco Mattuzzi (artista visivo), Marcella Morandini (direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco), Mafe de Baggis e Filippo Pretolani (digital strategist ed esperti di storytelling digitale), Carlo Migotto (creative director), Alessandro Cripsta (graphic artist).

www.trentinobrandnew.net