DUE DOCUMENTARI PRODOTTI DAL MUSEO IN ONDA SU TELEPACE TRENTO

Trento, 10 - 17 agosto 2014

Per due domeniche appuntamento con i film “Due donne due cognate” e “Te lo dò io il Museo!”

Domenica 10 agosto alle ore 14.30, in replica alle ore 21.50 e lunedì 11 alle ore 14.15 è in programma su Telepace Trento (Telepace Regione 2) nell’ambito della rubrica “Cinema d’autore”, il film “Due donne, due cognate”, un documentario etnografico realizzato da Michele Trentini, prodotto dal Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina in collaborazione con i Musei di Ronzone.
Tra il 2005 e il 2006 il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina realizza una serie di interviste nell’alta val di Non, in collaborazione con l’associazione culturale Musei di Ronzone. I temi trattati nelle interviste filmate riguardano, tra gli altri, l’agricoltura, l’allevamento, i lavori domestici, il lavoro del mugnaio, la caccia, le tradizioni orali, la scuola e il commercio ambulante. Protagoniste di “Due donne, due cognate” sono Maria Sandrin, nata nel 1921, e Alma Pellegrini, nata nel 1923, due donne di Amblar: la prima narra la sua lunga esperienza di maestra elementare, nella Venezia Giulia oggi slovena e poi nel Trentino. La seconda, da sempre contadina e casalinga, racconta alcune delle attività domestiche tradizionali.
Domenica 17 agosto alle ore 14.30, in replica alle ore 21.50 e lunedì 18 alle ore 14.15 è in programma su Telepace Trento (Telepace Regione 2) nell’ambito della rubrica “Cinema d’autore”, il film “Te lo dò io il Museo! Breve viaggio trentino nel collezionismo popolare”, un documentario etnografico prodotto dal Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, realizzato da Giovanni Kezich e Cecilia Pennacini.
Il documentario è un vero e proprio viaggio in sei località del Trentino: San Michele all’Adige, Cunevo, Stenico, Pieve Tesino, Vigolo Vattaro, dove altrettanti collezionisti esibiscono le loro piccole raccolte etnografiche, che possono essere considerate alle radici della museografia. Appesi uno vicino all’altro, all’esterno di masi o fienili o nelle càneve o nelle stalle dismesse, gli strumenti del lavoro, non più usati, affollano le pareti di edifici rurali e gli ambienti un tempo luogo di attività importanti nell’economia domestica. Seppur sovrabbondanti per gli spazi a disposizione, gli oggetti sono tuttavia sempre posti in uno specifico ordine, che li raggruppa per temi omogenei; chi li colleziona ne conosce i materiali con cui sono costruiti, l’uso che se ne faceva, e molti aneddoti. I racconti che scaturiscono dalla visita a questi musei spontanei permettono di ricostruire il contesto economico e sociale di riferimento, la vita domestica condotta dalle famiglie e interessanti storie di vita.
Due donne, due cognate di Michele Trentini, 25′ – MUCGT/Musei di Ronzone, 2006
 
Te lo dò io il Museo! Breve viaggio trentino nel collezionismo popolare di Giovanni Kezich e Cecilia Pennacini, 28′ – MUCGT, 199