“Il Trentino dei contadini” al convegno internazionale di Torino

Bobbio Pelice, 16 maggio 2015

Nelle giornate del 15, 16 e 17 maggio 2015, in occasione della presentazione del “Progetto Culture e Lingue nelle Alpi Piemontesi (CLAPie). Atlanti linguistici e musei etnografici: percorsi multimediali per l’educazione al territorio alpino”, promosso e finanziato dall’Università degli Studi di Torino e dalla Compagnia di San Paolo, si tiene il convegno “Lingue e culture della montagna: prospettive di studio e modalità di trattamento dei dati etnolinguistici”, organizzato dall’Università degli Studi di Torino in collaborazione con il Comune di Bobbio Pellice e il Centro Culturale Valdese.
L’incontro, che nella giornata di venerdì 15 maggio si svolgerà presso l’Università degli Studi di Torino (Rettorato) e nei due giorni successivi a Bobbio Pellice (nei locali dell’ex Dogana Reale), prevede, oltre alla presentazione del progetto CLAPie, interventi di numerosi studiosi, italiani e stranieri, invitati a illustrare progetti e ricerche riguardanti aspetti etnolinguistici e demoetnoantropologici dell’ambiente montano.
Sabato 16 maggio, a Bobbio Pelice, alle ore 10.00 Giovanni Kezich e Antonella Mott presentano “Il Trentino dei contadini su internet”, un intervento che illustra l’atlante linguistico del Trentino dedicato alle cose della vita contadina di un tempo e realizzato in forma multimediale come un atlante sonoro che permette di ascoltare le parole del dialetto dalla viva voce di chi lo parla. Ripercorrendo l’itinerario compiuto nel 1921 e nel 1931 dal dialettologo svizzero Paul Scheuermeier per la compilazione dell’Atlante Linguistico ed Etnografico dell’Italia e della Svizzera Meridionale (AIS), sul sito internet dedicato è possibile consultare un ampio repertorio di strumenti di lavoro e manufatti d’uso comune: 194 oggetti, ciascuno descritto, disegnato, fotografato, raccontato e soprattutto individuato con la sua denominazione specifica in 15 località diverse. Così, alle trascrizioni dialettologiche desunte dalle storiche rilevazioni di Scheuermeier sono state accostate le registrazioni delle voci di oggi, per uno sguardo d’insieme sul variare nello spazio e nel tempo delle parlate locali di questo settore delle Alpi. La pubblicazione on line è stata preceduta da un cd Rom edito nel 2003, “Il Trentino dei contadini. Piccolo Atlante sonoro della cultura materiale. Le parole e le cose della ricerca di Paul Scheuermeier (1921/1931) e la voci della tradizione di oggi (1998)”.

Programma CLAPieL