La valle di Cembra nella tradizione del teatro popolare

Cembra, 16 dicembre 2017

Sabato 16 dicembre, presso il teatro di Cembra Lisignago, dalle ore 9.00 Giovanni Kezich, direttore del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, interviene all’interno della conferenza “Cantiere Cultura: riflessioni sulla cultura in Valle di Cembra

“La valle di Cembra nella tradizione del teatro popolare” è al centro dell’intervento di Kezich, che con l’attività di ricerca del progetto Carnival King of Europe ha indagato in più occasioni la “Canta dei mesi”, mascherata allegorica sui ritmi della vita contadina, riproposta ancora oggi in valle. Durante l’esibizione, il rito prevede che alla corte del Re, accompagnato dal servo, si avvicendino i mesi e le stagioni. Insieme a loro vi sono due paggi, un arlecchino con due o tre discepoli, e le guardie con l’alabarda, che “mantengono l’ordine pubblico”. Fisarmoniche, chitarre, violini e mandolini assicurano l’accompagnamento musicale.

Programma:
ore 9.00 – introduzione e saluto delle autorità
Giovanni Kezich, direttore del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, “La valle di Cembra nella tradizione del teatro popolare”
Renzo Francescotti, drammaturgo ricercatore storico e saggista “L’esercizio della memoria, conservare le radici fruttuose per dare futuro alle nuove generazioni”
Alberto Tomasi, già dirigente scolastico a Cembra e al Liceo Da Vinci di Trento, “Crescere consapevolmente: bambini e ragazzi alla scoperta del mondo, vicino e lontano”
Tommaso Pasquini, direttore artistico Festival Contavalle, “Il teatro oltre il teatro”
ore 11.30-13.00 – dibattito