SM16/2003 – SAPERI TERAPEUTICI TRADIZIONALI NELL’ARCO ALPINO

 20.00

SM 16 / 2003

SAPERI TERAPEUTICI TRADIZIONALI NELL’ARCO ALPINO

Atti di SPEA6 (Seminario Permanente di Etnografia Alpina – 6° ciclo) 2001

Descrizione

Andrea LEONARDI, Presentazione, pp. 9-11

Giovanni KEZICH, Le Alpi e le frontiere della salute, pp. 13-24

Tullio SEPPILLI, Indagare oggi sui saperi terapeutici tradizionali nell’arco alpino, pp. 25-31


1. SAPERI NASCOSTI
Orizzonti sacrali e controllo sociale. Stregonerie, inquisizioni, strategie di protezione magico-religiosa nella prima età moderna

Giuseppe MAIELLO, Epidemie vampiriche e pratiche apotropaiche nell’Europa centrale slava: l’azione della Mora, pp. 35-46

Franco NARDON, Miti terapeutici: saperi e pratiche curative dei “benandanti” nei processi dell’Inquisizione friulana, pp. 47-59

Massimo PIROVANO, Vermi, donne che segnano, trasmissione dei saperi magico-religiosi. Una ricerca sul campo nel territorio lecchese, pp. 61-74

Giovanni PIZZA, Il motivo del rospo-utero. Stregoneria, possessione e metafore del corpo femminile nelle opere dei folkloristi dall’Alsazia alle Alpi orientali, pp. 75-84

Daniele RAMPAZZO, Culti pagani e devozione mariana nelle Prealpi venete. Il Santuario e la fonte della Madonna del Covolo a Crespano del Grappa, pp. 85-109

Rose-Claire SCHÜLE, Accouchements difficiles et chapelles à répit, pp. 111-119

Vittorio A. SIRONI, Medicina popolare lombarda: circolazione dei saperi e delle pratiche di cura tra arco alpino, fascia prealpina e pianura, pp. 121-130


2. PRATICHE DI CURA
Oggetti, parole, competenze, figure. Farmaceutica naturale e dispositivi rituali per la salute

Bice BELLOMARIA, Clementina BERDINI, Fabrizio DA TRIESTE, Franco PEDROTTI, Il barone Bernardo de Cles e la medicina tradizionale del Trentino, pp. 133-145

Corrado GRASSI, Il contributo delle indagini dialettali alla conoscenza dei saperi terapeutici tradizionali. Il caso della flora popolare biellese di Alfonso Sella, pp. 147-156

Paolo Maria GUARRERA, Piante medicinali e medicine alimentari. Un confronto fra tradizioni alpine e appenniniche, pp. 157-175

Franz J. HALLER, Domenico Zampiero brucia la sciatica, pp. 177-181

Domenico ISABELLA, La malattia nel quotidiano di Sauris e la terapia individuale tra convinzioni religiose ed empirismo, pp. 183-192

Paolo RAINERI, Testimonianze di terapeutica popolare in Valtellina e Valchiavenna, pp. 193-206

Emanuela RENZETTI, Rodolfo TAIANI, Lo studio delle tradizioni terapeutiche in Italia e un modello d’interpretazione per il Trentino, pp. 207-231

Giuseppe ŠEBESTA, Ricordi di terapeutica popolare nelle valli del Trentino, pp. 233-235

Italo SORDI, La vipera, il veleno e la terra. Vicende di un farmaco dimenticato, pp. 237-261

Sonia ZANIER, Il concetto di corpo nella riattualizzazione delle terapie tradizionali, pp. 263-272

Nena ZIDOV, La medicina alternativa in Slovenia con la sua tradizione, pp. 273-286


3. TRASMISSIONI E TRASFORMAZIONI DELL’AGIRE MEDICO. Dai centri alle periferie, dalla tradizione alla modernità

Andrea W. D’AGOSTINO, Viaggi lungo l’Adige in tempi di pestilenze, pp. 289-300

Andrea LEONARDI, L’affermazione dei Kurorte nei territori alpini asburgici nel secolo XIX, pp. 301-320

Renato MIORI, I bagni di fieno fra tradizione e medicina moderna, pp. 321-326

Ernesto RIVA, Il ruolo degli speziali bellunesi nella storia della botanica farmaceutica, pp. 327-350

Marco ROMANO, Medici di montagna: i Largajolli di Fondo in val di Non, pp. 351-365

Vittorio A. SIRONI, Gli infusi erboristici dei “farmacisti di montagna”. Un modello inesplorato d’imprenditorialità farmaceutica tra Ottocento e Novecento, pp. 367-374


Ricordiamo
Pietro Sassu
, di Maurizio Agamennone
Tullio Tentori
, di Laura Bonin