Fonderia del rame

a_fonderiaCaratteristico del Trentino l’artigianato del rame, che provvedeva le famiglie di tutti i contenitori di uso domestico. A differenza del ferro, il rame si lavora a partire dallo stato fuso. Il materiale, colato in appositi crogioli di creta refrattaria, viene fatto solidificare in calotte, che vengono poi passate sotto i pesanti magli a testa d’asino, mossi dalla forza dell’acqua. Sotto il maglio, la calotta si assottiglia in conche sempre pi sottili. La fucina qui rappresentata e i materiali annessi provengono da Vezzano, al centro della zona tradizionale delle fucine dei magliari trentini. Seguono esempi di artigianato del rame, dalle grandi caldaie da caseificio, ai paioli per la polenta, ai secchi per l’acqua, agli scaldaletto, alle teglie rotonde, alle cuccume da caff.

fonderia-rame