Ecomuseo dell’Argentario

355_2_LinkUtili355_1_LinkUtiliTra il fiume Adige, il torrente Avisio, il lago di Lases, il torrente Silla, tra piccoli borghi collinari, ai margini della città di Trento e all’ombra del rilievo del Monte Calisio, si è conservato nei secoli un altipiano boscato: l’Argentario. Da sempre luogo di estrazione di pietre e minerali, territorio di pascoli e coltivi, sede di storiche vie di comunicazione, l’altipiano è oggi il risultato complesso di un’interazione secolare tra uomo e ambiente. L’Ecomuseo nasce nel 2005 dall’impegno della comunità con il supporto delle amministrazioni dei comuni di Civezzano, Fornace, Albiano e Trento finalizzato allo sviluppo sostenibile, alla tutela e valorizzazione di un’area con caratteristiche uniche. Ha organizzato il territorio attraverso temi: «L’ambiente naturale del Monte Calisio Argentario», «Le antiche miniere d’argento», «Le calcare», «Le cave di pietra», «Le fortificazioni», «L’archeologia», «I monumenti», «L’attività estrattiva del porfido», «Le manifestazioni: il linguaggio delle comunità», «Le attività umane». Questi temi costituiscono la base per la visita e la scoperta del territorio, ma soprattutto per lo sviluppo, la conoscenza, il recupero della memoria, il lavoro.

Per informazioni: Ecomuseo Argentario c/o Biblioteca Intercomunale di Civezzano Via C. Battisti 0461 / 858400, www.ecoarge.net