4° FESTIVAL DELL’ETNOGRAFIA DEL TRENTINO (2016)

4° FESTIVAL DELL’ETNOGRAFIA DEL TRENTINO
IL TRENTINO: UN PAESAGGIO PER GLI UOMINI
San Michele all’Adige, Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, 15 e 17 aprile 2016

festivalEtnoTrentino2016DTorna il Festival dell’etnografia del Trentino, il popolare evento di primavera che già  da qualche anno anima l’antico monastero di San Michele con le proposte culturali  del territorio: due giornate di animazione teatrale, musica corale e ballo folk, scultura  e artigianato minuto (lana, legno, intreccio…), cinema documentario, orticoltura e gastronomia  a “decametro zero”, erboristeria, cosmetica, laboratori didattici e, come evento conclusivo,  i trombini cimbri della Lessinia, a salutare la bella stagione con i loro botti. Filo conduttore della  manifestazione, in un anno di grandi iniziative internazionali sul tema del paesaggio, è il lavorio di secoli, minuto e continuo, che campo dopo campo, orto dopo orto, dalle malghe agli oliveti, dalle vigne  terrazzate ai grandi frutteti di oggi, ha reso abitabili queste montagne, plasmandone a poco a poco  l’aspetto: “Il Trentino: un paesaggio per gli uomini”. Una grande festa del territorio, di chi ci lavora,  e della sua piccola grande cultura.

dépliant2016; locandina2016

festivalEtno2016a festivalEtno2016b

festivalEtno2016c festivalEtno2016d

PROGRAMMA

• VENERDÌ 15 ore 20.30 – Aspettando il Festival

In occasione della candidatura della Coralità alpina del Trentino per l’iscrizione nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, istituita dall’UNESCO:
La coralità alpina del Trentino. La nascita di una tradizione, conferenza di Claudio Martinelli,
Dirigente Servizio Attività Culturali, Provincia autonoma di Trento
Concerto del Coro Monte Peller, Cles, diretto dal Maestro Alberto Lorenzoni
In collaborazione con la Federazione Cori del Trentino

SABATO 16 (ore 10.00-19.00)

Inaugurazione, ore 11.00
Coro Tradizioni Cembrane, ore 11.00
I giganti di Pitcvert e altre storie di campagna. Spettacolo di pupazzi di Luciano Gottardi, ore 11.30
Inaugurazione della mostra “Etnografia dell’immaginario. Piccolo Museo di arte primitiva”, di Marco Barina, ore 12.00
Polenta della Valsugana (Associazione per la tutela  e valorizzazione della farina della Valsugana), ore 12.30
La Vecchia Mitraglia, musica popolare
Racconto-spettacolo: “Storia di un mondo dove tutto torna”.  Le carte cognitive del territorio, a cura di Nicola Sordo & Andrea Vitti
Laboratorio: La decorazione delle uova cimbre, a cura di Paola Rigoni, Asiago
Il racconto delle due falci: prati alti e campi di segale (Collezione etnografica  giudicariese “Par ieri”, Stenico)
Il mondo infantile (Museo “Casa Andriollo”. Soggetto Montagna Donna, Olle, Borgo Valsugana)
Laboratorio: Giochiamo con il dialetto, a cura di Giorgia Broseghini
Cantina della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (Punto vendita), aperta con orario 9.00-12.00

UNO SGUARDO SU
erba e fieno: il paesaggio della montagna trentina, a cura di Francesco Gubert
il paesaggio dei cereali, a cura di Panificio Tecchiolli & Associazione GoEver Cereali del Trentino
il paesaggio della vite, a cura di Francesco Penner, Unità Viticoltura, Fondazione Edmund Mach & Consorzio I Dolomitici
il paesaggio della Rizola, olivaia di Oltresarca, a cura di Franco Michelotti, Unità Viticoltura, Fondazione Edmund Mach & Amici della Rizola

PROGRAMMA CINEMATOGRAFICO IN SALA VIDEO
Coraggio coscritti, film di Michele Trentini, MUCGT, 2016, 30′, ore 14.00
Contadini di montagna, film di Michele Trentini, Trotzdem – Imperial Wines, 2015, 74′, ore 14.45
Rapsodia pugliese. L’importanza di una torre, film di Gianfranco Dusmet, Politecnico di Bari, 2015, 42′ 46”, ore 16.15
Life in Paradise – Illegale in der Nachbarschaft, film di Roman Vital (Svizzera), 2013, 78′. Premio Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina al 63° Trento Film Festival, ore 17.15

SABATO 16 e DOMENICA 17 (ore 10.00-19.00)

Laboratorio: Noi viviamo qui: ieri, oggi e domani. Caccia al paesaggio, a cura di Erika Maistrelli e Mattia Nicolussi Giacomaz, Servizio Civile Nazionale c/o Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina & Servizi educativi MUCGT
Laboratorio di cucina: Cucinare con i prodotti del Trentino, a cura di Sabatino Iannone (Bolbeno & Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina),
dalle ore 14.00
Il paesaggio culturale mòcheno: Bersntoler LòntschòftLaboratorio: Spil’huNarrazione di leggende: Les bar òlla zòmm a gschicht! (Bersntoler Kulturinstitut / Istituto culturale Mòcheno, Palù del Fèrsina)
Dalla coltivazione del bosco agli strumenti di lavoro (Sentiero didattico forestale “Il bosco certificato”, Malosco & Museo etnografico “El vöut dale arzare dan bòt”, Rumo)
L’orto di ieri e di oggi (Associazione culturale Museo delle Arti e dei Saperi, Fai della Paganella)
Le antiche varietà per gli orti di oggi (Associazione La Pimpinella)
La raccolta delle erbe spontanee, a cura di Ferruccio Valentini “Fèro”
La dòna de ’sti ani de Lasìn: i lavori che creano il paesaggio, con degustazione di prodotti (Spazio espositivo La dòna de ’sti ani, Lasino)
La Valle dei Laghi e i suoi paesaggi (Ecomuseo della Valle dei Laghi)
Mostra: Trentin-Grano. La farina della Valle dei Laghi, di Aldo Frisinghelli
La coltivazione e l’essiccazione del tabacco nelle màsere di Mori, a cura di Francesca Ciaghi & Sistema dei Musei del Canal di Brenta, Valstagna
Dal lariceto: estrazione dell’argà (Ecomuseo Val Meledrio & Associazione culturale “Quei del filò”)
Il Lagorai vissuto: i segni dell’uomo sul paesaggio (Associazione Malghesi e Pastori del Lagorai & Ecomuseo del Lagorai)
Una capra per amica: le capre per il paesaggio (Azienda per il Turismo Altopiano di Piné e Valle di Cembra)
Raccontare i paesaggi (Ambiente Trentino)
Il paesaggio nella scuola (Museo della scuola, Pergine)
La filatura dell’ortica, a cura di Eulalia Panizza
La stufa che cova le uova, progetto per il Kenya (IPSIA & Fondazione Fontana)
Le macchine ad acqua (Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici)
Laboratorio: L’arnia che vorreiLe api e l’uomo (Azienda agricola Belli Elena, Bosentino & Consorzio Turistico della Vigolana)
L Òm dele stòrieScudèle e balòchi (Maurizio Bontempelli & Segheria veneziana di Malé & Falegnameria Baggia, Malé)
La fabbricazione del benèl (Museo degli attrezzi agricoli e artigianali della Comunità di Canezza – Portolo, Canezza)
Degustazione: Le acque curative solfo-magnesiacheAperitivo con le erbe (Museo della Gente di Carano, Casa Begna, Carano)
Piccoli frutti e sciroppi (Ecomuseo della Val di Peio & Azienda agricola Bernardi Giuliano)
Creme e cosmetici alle erbe alpine (Ecomuseo della Val di Peio & Azienda agricola Olga Casanova)
L’arte del ricamo (Ecomuseo della Val di Peio)
Laboratorio: La ricerca dell’oro (Museo Pietra Viva, Canezza)
Mele La TrentinaYogurt Latte Trento (Strada del Vino e dei Sapori del Trentino)

• APPUNTAMENTI (sabato e domenica)
– Visite guidate al Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, ore 14.30; 16.00
­­- Visite guidate alla Chiesa di San Michele Arcangelo, ore 15.00
­­- Cantina storica della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, aperta con orario 15.30-17.30

DOMENICA 17 (ore 10.00-19.00)

Il paesaggio delle malghe in val Rendena (Museo della Malga, Caderzone Terme)
La casa ruraleLa bottega del ramaio (Casa Cüs, Darè)
Le piante da frutto dei bròli (Vivai Piante Omezzolli, Riva del Garda)
Laboratorio: TessituraLa lavorazione dell’orzoLa filatura (Gruppo Antichi Mestieri di Rabbi & Mulino Ruatti)
Il gelso per i bachiMestieri di una volta (Gruppo folkloristico di Caldonazzo)
Dal mais alla polenta (Centro Studi Museo Etnografico Vallarsa)
Laboratorio: Il mondo delle api e i prodotti dell’alveare, con degustazione di miele (MMape & Associazione L’Alveare, Croviana)
Gli spaventapasseri (Mulino Angeli. Casa degli spaventapasseri, Marter, Roncegno Terme)
Laboratorio: Il paesaggio sonoro. Un mondo di armonia (Museo della Musica, Roncegno Terme)
L’arte del rame ieri e oggi (Museo Navarini rame, Ravina)
Laboratorio: Storie di lana in cornice (Associazione P.I.R.L.O. en Bersntol, Sant’Orsola Terme)
Usi, costumi e paesaggi al 64° Trento Film Festival (Trento Film Festival)
Il paesaggio negli ecomusei (Rete degli Ecomusei del Trentino)
Laboratorio: Orti e muretti a secco (Ecomuseo della Judicaria & Ecomuseo Argentario)
I noci nella campagna del BleggioLaboratorio di cucina: la torta di noci (Ecomuseo della Judicaria & Confraternita della noce del Bleggio & Panificio
Riccadonna, Rango)
Il paesaggio del mais e i suoi prodotti Dimostrazione di intreccio con le brattee del granoturcoProdotti tipici della Valle del Chiese (Ecomuseo della Valle del Chiese & Agri ’90, Storo)
Laboratorio: Le macchine ad acqua del Sentiero Etnografico del rio CainoLaboratorio: Creazioni con il metalloLaboratorio: Disegni con chicchi e farina (Ecomuseo della Valle del Chiese & Iniziative e Sviluppo, Pieve di Bono)
Scorci d’autore (Ecomuseo della Valsugana)
Le slitte (Ecomuseo del Lagorai & Museo etnografico Collezione Tarcisio Trentin, Telve di Sopra)
La coltivazione della frutta (Ecomuseo del Lagorai & Azienda agricola Maso Teza)
La merenda de ’sti ani: pan voltà (Ecomuseo del Lagorai)
Far ceste, gerle e scandoleMostra: Vanoi! (Ecomuseo del Vanoi)
I masi della val di SoleFilatura e tessitura del lino (Ecomuseo della Val di Peio)
La lana cardata e filata (Ecomuseo della Val di Peio)
La storia di un territorio: il Museo Casa De Gasperi e il Museo Per Via (Fondazione Trentina Alcide Degasperi)
Le stampe tesine (Ecomuseo del Tesino)

ETNOGRAFIA IN FOLK
Partecipano:
Gruppo Minilacchè di Coredo con Folklore d’Anaunia, domenica ore 14.30
Gruppo folkloristico El Salvanèl (Cavalese) con Fiemme: la valle e la leggenda, domenica ore 15.00
Minicoro La valle – Gruppo costumi avisiani (Sover e Valfloriana) con Canti e “conte” dall’Avisio, ore 16.15
In collaborazione con Federazione dei Circoli Culturali e Ricreativi del Trentino (FeCCRiT)

ESIBIZIONE DE “I PISTONIERI DELL’ABBAZIA” E SPETTACOLO FOLK, ore 11.45 e 17.00
ll Festival dell’etnografia del Trentino domenica viene salutato dal fragore degli scoppi dei trombini della Lessinia cimbra. Con i trombini, che sono chiamati
anche “pistoni” o “s-ciòpi da sagra”, si dava avvio alle feste e a gare di atletica o a tenzoni popolari, si salutavano i novelli sposi, si esprimeva la gioia per
la nascita di un figlio, si festeggiavano il santo patrono e le ricorrenze. È storicamente documentato che lo sparo dei trombini accompagnava i riti
della Settimana Santa e altre feste religiose, accoglieva il nuovo anno, i nuovi parroci e i vescovi in visita pastorale.
A cura di Associazione folcloristica “I Pistonieri dell’Abbazia”, Badia Calavena, Verona

PUNTO RISTORO: POLENTA DEI POLENTÈR DI STORO (Ecomuseo della Valle del Chiese & Agri ’90), ore 12.30