Aperte le candidature per due nuovi progetti di Servizio Civile

San Michele all'Adige, 29 giugno 2021

Il Museo ha aperto un nuovo bando per 2 progetti di Servizio Civile Universale Provinciale, con la Provincia Autonoma di Trento, per i quali si accettano le candidature entro le ore 12.00 di venerdì 23 luglio.
I giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni (che non abbiano ancora compiuto il 29° anno) interessati a partecipare ad un progetto, a vivere un’esperienza di crescita personale e di cittadinanza attiva e responsabile all’interno del Museo, possono fare riferimento all’Ufficio Giovani e Sevizio Civile della Provincia Autonoma di Trento (Piazza Venezia 41 – Trento – 0461 493100 mail: uff.serviziocivile@provincia.tn.it) per informazioni di natura generale, direttamente al Museo invece per i due progetti nello specifico.

Le iscrizioni dei giovani al SCUP devono essere fatte seguendo le indicazioni che si possono trovare a questo link: http://www.serviziocivile.provincia.tn.it/come_partecipare/

I progetti per i quali è possibile candidarsi sono uno nell’ambito della didattica e uno per biblioteca e comunicazione:

  • La didattica in un click: contenuti digitali per i Servizi educativi: durata 12 mesi (1 settembre 2021 – 31 agosto 2022) per 2 giovani:
    le attività previste dal progetto sono a supporto del personale dei Servizi educativi e prevedono, dopo il primo periodo necessario per l’acquisizione del giusto bagaglio di esperienza e sicurezza, che i/le giovani eseguano in autonomia alcuni percorsi didattici appartenenti alle proposte educative del Museo, iniziando con delle simulazioni con il personale interno del Museo, per proseguire con l’utenza esterna. Una volta raggiunta sicurezza e capacità di parlare in pubblico, dovranno condurre visite guidate agli spazi espositivi. Sarà quindi importante anche la parte organizzativa, che prevede la preparazione dei materiali necessari per l’esecuzione delle attività didattiche e dei laboratori, l’allestimento e il riordino delle sale dove si svolgono le attività didattiche. Dovranno collaborare nelle attività organizzate in occasioni di manifestazioni o iniziative particolari alle quali partecipano i Servizi educativi con stand promozionali e di attività didattica, presso il Museo o fuori sede, spesso si svolge durante i fine settimana. In base alla precedente esperienza di SCUP all’interno dei Servizi educativi, è stata individuata come importante anche la realizzazione di sussidi didattici che possano essere distribuiti agli insegnanti, al fine di approfondire le tematiche affrontate nei percorsi, o pubblicati sui social network in collaborazione con l’ufficio comunicazione, per raggiungere il pubblico online; le forme di tali sussidi potranno essere diverse: quaderni didattici, materiali fotografici o di carattere documentario, file video realizzati in collaborazione con la referente del materiale audiovisivo del Museo con laboratori e/o tutorial, giochi interattivi, … Sarà inoltre richiesta la collaborazione nell’ideazione di proposte di didattica estiva con laboratori rivolti a bambini e ragazzi di tutte le età frequentanti asili e colonie, centri diurni o attività organizzate per ragazzi. È probabile anche la partecipazione all’eventuale formazione per lavorare con bambini e adulti affetti da problemi dello spettro autistico che si sta delineando all’interno di un progetto di coinvolgimento dei musei provinciali in questo ambito e, se ciò sarà attuato, sarà prevista anche la collaborazione nelle eventuali iniziative che verranno messe in campo.
    Qui è possibile scaricare sia la SCHEDA DI SINTESI che il PROGETTO INTEGRALE.
    Referenti per i contatti con i giovani: Daniela Finardi  – Stefania Dallatorre
  • Biblioteca e comunicazione “vanno a braccetto”: durata 12 mesi (1 settembre 2021 – 31 agosto 2022) per 1 giovane:
    il progetto si propone di formare il/la giovane affinché sia di supporto della Biblioteca del Museo e all’ufficio comunicazione. Per la Biblioteca si tratterà di affiancare il personale nelle funzioni di assistenza all’utente (prestito, fotocopie, scansioni e riordino libri), nelle ricerche bibliografiche e di orientamento sul posseduto, nell’aggiornamento dell’emeroteca, nell’inventariazione del materiale bibliografico e audiovisivo e per l’aggiornamento del catalogo delle riviste e dei periodici,
    nell’inventariazione dei nuovi acquisti. Nell’ambito della comunicazione si tratterà di fare la rassegna stampa individuando gli articoli che riguardano direttamente il Museo e quelli che parlano di argomenti di interesse per le attività che il Museo svolge, gestire il software per la catalogazione degli articoli, collaborare nella promozione delle iniziative organizzate dal Museo sui siti che si occupano di divulgare gli eventi del territorio, i social network (Facebook, Instagram, YouTube). In base alla precedente esperienza di SCUP all’interno del settore comunicazione, si è individuata come importante anche la collaborazione nell’ideazione e nella redazione di nuove campagne sui social network del Museo su temi specifici, che spesso deve essere integrata anche da ricerche sui temi da trattare grazie al ricco patrimonio della biblioteca del Museo. Sarà poi importante l’attività di aggiornamento e incremento dell’archivio fotografico esistente sia per gli eventi che per i percorsi didattici facenti parte dell’offerta formativa dei Servizi educativi del Museo, che per le varie attività proposte al pubblico, anche per essere usato sui social network e nella comunicazione delle iniziative.
    Qui è possibile scaricare sia la SCHEDA DI SINTESI che il PROGETTO INTEGRALE.
    Referenti per i contatti con i giovani: Daniela Finardi  – Stefania Dallatorre