ARCHIVI DI PIETRA

luglio 2007
INDAGINE ETNOARCHEOLOGICA SULLE SCRITTE DEI PASTORI FIEMMESI

Lo scavo archeologico ha luogo in Valle di Fiemme, sul massiccio del Latemar – Cornon

2077_3_NewsHa avuto inizio lo scavo archeologico promosso dal Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, coordinato dalla dott.ssa Marta Bazzanella,  sul massiccio del Latemar-Cornon, nell’ambito del progetto Archivi di pietra, ricerca sui temi della pastorizia ovicaprina e del grafitismo pastorale nella val di Fiemme.
Le cosiddette “scritte dei pastori”, realizzate con un pigmento di ematite detta “bol” o “bol de besa” lungo l’arco di circa due secoli (1700-1900),  mancano a tutt’oggi di una analisi puntuale da un punto di vista propriamente etnoarcheologico. Lo scavo e la parallela indagine etnografica permetteranno quindi di meglio comprendere il significato delle scritte e nel contempo di fornire un’adeguata interpretazione di questi siti straordinari, nella loro singolare monumentalità.
La ricerca, che gode del finanziamento della Fondazione CARITRO, vede coinvolti, oltre al Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, il Comune di Ziano, la Magnifica Comunità di Fiemme, la SAT di Tesero, la Soprintendenza ai Beni Archeologici di Trento, il Dipartimento di fisica dell’Università degli Studi di Trento e l’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree di San Michele all’Adige.