EDUCA 2010 “GENERAZIONI”

Rovereto, 24 settembre 2010

I Servizi educativi del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina partecipano al 3° incontro nazionale sull’educazione con i laboratori didattici Burattini da vedere e inventare e Giochi di un tempo

EDUCA, incontro nazionale sull’educazione, è nato nel 2008 come evento per rilanciare la riflessione sui temi educativi e intende offrire l’occasione per parlare di educazione nelle sue plurali manifestazioni e nel suo realizzarsi all’interno di tutti quegli ambiti che hanno messo al centro della riflessione e della prassi la questione educativa. Il tema scelto quest’anno è quello del confronto/scontro tra “Generazioni”, affrontato attraverso un fittissimo programma di conferenze, seminari, spettacoli, proiezioni video e laboratori didattici.

 

Anche il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina partecipa ad EDUCA 2010, con due laboratori appositamente progettati per l’occasione: Burattini da vedere e da inventare e Giochi di un tempo. I laboratori ruotano intorno alla trasmissione di abitudini e saperi tra generazioni e si concentrano in particolare sulle tematiche del gioco e delle leggende della tradizione popolare. Entrambe le proposte si prefiggono l’obiettivo di riscoprire e riabilitare pratiche e spazi condivisi di socialità, ben esemplificati in passato dall’usanza del giocare insieme all’aperto nelle strade e da quella del fermarsi incantati ad ascoltare racconti di fiabe e leggende.

 

Programma
Venerdì 24 settembre, Rovereto, Corso Bettini, ore 9.00–12.30

Burattini da vedere e da inventare

Il percorso prende le mosse da una breve lezione-spettacolo sul teatro di figura e sulle diverse tecniche di animazione tenuta dal burattinaio Luciano Gottardi. Dopo aver assistito allo spettacolo i ragazzi realizzano un burattino di legno, lana e stoffa, ispirandosi a quelli costruiti e animati da Gottardi.

 

Venerdì 24 settembre, Rovereto, Corso Bettini, ore 14.00-17.30
Giochi di un tempo

Il percorso si avvale della preziosa collaborazione degli utenti e degli educatori del Centro Servizi Anziani di Trento, gestito dalla Cooperativa sociale Kaleidoscopio. Partendo dall’ascolto delle testimonianze dirette degli anziani, i ragazzi potranno cimentarsi con alcuni giochi e passatempi del passato (dal gioco del cerchio a quello dei cerchietti, dai sassolini a la campana) riflettendo allo stesso tempo sulla “povertà” e la “ricchezza” dei divertimenti dei nonni.

 

I laboratori, rivolti alle classi della scuola primaria e secondaria (Giochi di un tempo), sono gratuiti e prenotabili entro il 22 settembre al numero 3316665258.