ETNOGRAFIA TRENTINA IN RETE – ALBERGO ALLA CORONA. MUSEO DEL TURISMO TRENTINO

3742_3_NewsMontagnaga di Piné, 29 giugno – 1 settembre 2013
“Metti una sera… al Museo del Turismo di Montagnaga di Piné”
Serate estive a cura del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina
Narrativa, musica e tradizioni popolari del Trentino in un vaudeville della villeggiatura in montagna

PROGRAMMA:

Sabato 29 giugno

CARNIVAL KING OF EUROPE / CARNEVALE RE D’EUROPA, serata a cura di Giovanni Kezich e Michele Trentini
Le mascherate d’inverno presentano stupefacenti affinità ai quattro angoli d’Europa, così come è stato dimostrato in un’importante ricerca internazionale, coordinata dal Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, che ha coinvolto nove paesi. Il film (37′) che racconta la ricerca ha vinto il Gran Premio del cinema etnografico di Kyoto nel 2009.

Domenica 30 giugno

L’ALFABETO DELLE COSE, serata a cura di Antonella Mott
Le piccole collezioni etnografiche che sono ormai molto diffuse sul territorio necessitano per la loro comprensione del parlato di chi ha conosciuto, adoperato, fabbricato gli oggetti che vi sono raccolti. Dietro a ciascun manufatto, c’è infatti un universo di nomenclature, di saperi e di ricordi: basta saper domandare…

Domenica 7 luglio

I BURATTINI DI LUCIANO GOTTARDI. FIABE E LEGGENDE DELLE DOLOMITI RACCONTATE IN TEATRO
Un piccolo grande burattinaio trentino alle prese con i contenuti della tradizione favolistica e leggendaria delle nostre valli, in uno spettacolo interamente autoprodotto che è già un classico per la nostra infanzia.

Sabato 20 luglio

VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO POPOLARE DEL TRENTINO: 1 – L’UOMO SELVATICO. Proiezioni multimediali a cura di Andrea Foches
Con un utilizzo sofisticato e del tutto innovativo della tecnologia computer grafica, Andrea Foches racconta le antiche leggende delle valli trentino, a partire dai personaggi più carismatici e segreti, uno dei quali è l’Uomo Selvatico.

Domenica 21 luglio

VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO POPOLARE DEL TRENTINO: 2 – ANGUANE E STREGHE. Proiezioni multimediali a cura di Andrea Foches
Fanno seguito, nel rendering multimediale di Andra Foches, i personaggi femminili: le anguane, fate acquatiche benigne ma sempre in vena di qualche atroce dispetto, e le bregostane, di cui non si può dire proprio niente di buono…

Domenica 28 luglio

LE IMMAGINI DELLA DEVOZIONE, presentazione a cura di Rosanna Cavallini
Un’artista trentina contemporanea a contatto con l’iconografia segreta e avvincente della devozione popolare cattolica più minuta: bambinelli in cera, santini, piccole teche per l’adorazione domestica, breviari e brevi, semplici amuleti e “santi nell’armadio”.

Sabato 3 agosto

LA TRANSUMANZA DELLA PACE, film di Roberta Biagiarelli. Serata a cura di Gianni Rigoni Stern
Con la collaborazione dell’Associazione Allevatori del Trentino, Gianni Rigoni Stern è riuscito a portare cento vacche in dono ai piccoli allevatori di Srebrenica, il paese divenuto tristemente uno dei simboli più atroci della tragedia bosniaca. Con questa “transumanza della pace”, che porta le vacche dalla Rendena alla Bosnia, si vuole aiutare non soltanto la ripresa dell’allevamento ma soprattutto quella della fiducia e della pace.

Sabato 10 agosto

LE SCRITTE DEI PASTORI, serata a cura di Marta Bazzanella
Tra il 1650 e il 1950, il pastori della val di Fiemme, muniti di uno speciale color rosso detto “ból”, hanno lasciato oltre 30.000 scritte sulle pendici calcaree del monte Cornón. Una testimonianza tanto impressionante quanto poco nota di alfabetismo pastorale, che prolunga fin sulla soglia dei nostri tempi la grande tradizione preistorica dell’arte rupestre.

Martedì 27 agosto

VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO POPOLARE DEL TRENTINO: 3 – LE FIGURE DELL’IMMAGINARIO POPOLARE. Proiezioni multimediali a cura di Andrea Foches
Anguane, streghe, bregostane, uomini selvatici, salvanèi e altri ancora, in questa sintesi del repertorio leggendario trentino riproposto in veste modernissima.

Domenica 1 settembre

LA VECCHIA MITRAGLIA. Musica popolare in concerto
Violino, violino a tromba, fisarmonica, clarinetto, due chitarre e un tamburo per un’interpretazione originale, vitale e non pedante del repertorio musicale popolare, a cavallo tra tradizione alpina e mitteleuropea, tra repertorio violinistico padano e suggestioni dell’est.

Iniziative del Comune e della Biblioteca di Baselga di Piné.
Coordinamento a cura della Dott.ssa Amelia Tommasini Bisia

Ingresso libero

INFORMAZIONI

Biblioteca Comunale di Baselga di Piné
via del 26 Maggio, 10
tel. 0461 557951
fax 0461 558660
pine@biblio.infotn.it