GRAND PRIZE FOR ACADEMIC FILM / GRAN PREMIO DEL CINEMA SCIENTIFICO

Kyoto, 10 dicembre 2009
Il Museo ha vinto a Kyoto in Giappone il Grand Prize for Academic Film nell’ambito dell’Academic Film Competition organizzata dal Museo dell’Università di Kyoto con il film Carnival King of Europe / Carnevale re d’Europa

Il film Carnival King of Europe / Carnevale re d’Europa di Giovanni Kezich e Michele Trentini (22′, DVD, 2009) prodotto dal Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina nel contesto dell’omonimo progetto europeo, ha vinto a Kyoto in Giappone il Grand Prize for Academic Film nell’ambito dell‘Academic Film Competition organizzata dal Museo dell’Universita‘ di Kyoto.
Il riconoscimento, guadagnato su una rosa di 227 partecipanti da tutto il mondo, appare particolarmente prestigioso, essendo Kyoto un centro riconosciuto di eccellenza per lo studio e la ricerca nel campo del documentario scientifico. Dopo una laboriosa selezione in tre fasi, sono stati scelti 15 lavori, di cui cinque segnalati con una mozione di merito, due insigniti del Premio per il Film Scientifico d’Eccezione („Award for Outstanding Academic Film“), e uno solo – il concorrente trentino – dichiarato vincitore del Gran Premio internazionale („Grand Prize for Academic Film„).

Questa la motivazione del Premio: „Carnevali in varie parti d’Europa: nelle radici profonde della loro grande varieta‘, si puo‘ cogliere un comune legame che li unisce. Senza l’interferenza di un commento o di una voce fuori campo, un’infinita‘ di sguardi da regioni differenti si mostrano e sono messe a confronto con mano esperta.
E quel che piu‘ conta, lo spettatore viene coinvolto intellettualmente nel lavoro, e viene spinto a desiderare di essere anche lui insieme agli attori del carnevale, per poter fare i suoi paragoni da solo, sull’onda di strutture mentali che tutti gli esseri umani possono riuscire a condividere.
Questo e‘ un lavoro che fornisce un esempio da prendere a modello per il futuro delle metodologie di presentazione dei risultati di ricerche fondate su una base cosi‘ vasta di materiali visivi.“

Membri della giuria erano Omori Yasuhiro (antropologo visivo) Kawase Naomi (regista) Fujiwara Hiroshi (Internet Research Institute, CEO). A ritirare il Premio, nel corso di una bella cerimonia accompagnata da un quartetto d’archi (Mozart) e nondimeno tutta segnata dall’inconfondibile etichetta giapponese, Giovanni Kezich direttore del Museo e Antonella Mott coordinatrice del progetto europeo.
A complimentarsi con i vincitori, Matsumoto Hiroshi Rettore dell’Universita‘ di Kyoto, Ito Kimio Presidente della competizione, Ohno Terufumi direttore del Museo dell’Universita‘ di Kyoto, Tanaka Koji del Center for Integrated Area Studies.
La proiezione dei film premiati, seguita da un interessante dibattito, ha avuto luogo nel pomeriggio presso il Museo dell’Universita‘.