Il Museo protagonista di un bell’articolo su „Il folklore d’Italia“

San Giovanni Rotondo (FG), dicembre 2020

Il folklore d’Italia„, rivista bimestrale della Federazione Italiana Tradizioni Popolari, nel numero di settembre/dicembre 2020 ha dedicato un lungo articolo al Museo, a firma di Andrea Rognoni, Direttore del Centro Regionale delle Culture Lombarde.
Sotto il segno dell’Arcangelo. La casa più amata dai trentini“ è il titolo dato da Rognoni all’articolo, che inizia con queste parole: „Il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige corrisponde perfettamente all’idea che ciascuno di noi dovrebbe avere delle cosiddette tradizioni popolari, almeno dal punto di vista didattico e creativo“. Segue un’accorata descrizione del Museo, delle sue peculiarità e della attività di ricerca. La riflessione finale porta l’attenzione sul modello del Museo da applicare a tutte le regioni italiane: „la lezione offerta da questo museo non va trascurata […] Può sembrare un paradosso ma musei simili vanno fondati soprattutto nelle regioni più urbanizzate, a volte proclive ad indirizzi poco sensibili alla dimensione tradizionale, per dimostrare che anche le plaghe antropiche e i dipartimenti che più si sono rivolti al futuro e alla modernità hanno bisogno di rivalutare un glorioso inimitabile passato per fornire un senso più condiviso alle scelte che ogni giorno compiono rispetto all’intera umanità.“

„Il folklore d’Italia“ è la rivista ufficiale dell’associazionismo folk in Italia, a cui collaborano, oltre a una schiera di appassionati di tutte le regioni, anche antropologi accademici di vaglia, di quelli che non hanno dimenticato il legame fondante con le tradizioni popolari del nostro paese, lo stesso che fu di Pitré, di Loria e di Toschi.