Il paesaggio alpino a Macugnaga e a ICOM Milano 2016 

Macugnaga (VB), 2 luglio 2016

Intervento di Giovanni Kezich e Antonella Mott dal titolo “La quarta dimensione dell’insediamento alpino: il maggengo“, al convegno “Le Alpi, Architettura e Civilizzazione. Il Genio dei Walser nelle Alpi, gli insediamenti rurali”, organizzato a Macugnaga (VB) lo scorso 2 luglio, in occasione della Fiera di San Bernardo, per ricordare Luigi Zanzi, il giurista e storico varesino, alpinista e alpinologo scomparso nel 2015, sodale di Reinhold Messner e del fondatore del Museo Giuseppe Šebesta. Insieme a Kezich e Mott, erano presenti anche lo svizzero Jean-Pierre Anderegg etnologo, geografo e storico dell’architettura, con Hans Weiss, figlio dell’indimenticato etnografo Richard Weiss; Claudine Remacle della Sovrintendenza Beni Culturali Regione Valle d’Aosta, con l’etnografo Alexis Betemps; Roberto Fantoni del Gruppo Walser di Carcoforo; Dario Benetti, direttore dei “Quaderni Valtellinesi”; Viviana Ferrario dell’Università IUAV di Venezia e naturalmente lo storico dei walser Enrico Rizzi che ha concluso l’incontro parlando di “Architettura e civilizzazione montana nel pensiero e nell’opera di Luigi Zanzi”, in cui è stato ricordato anche Šebesta.

Il Museo è presente con il paesaggio trentino anche nel prestigioso contesto di ICOM Milano 2016, inauguratosi lunedì 4 luglio con le prolusioni del Ministro Franceschini, di Ohran Pamuk e dell’artista Christo, davanti a una folla di 3500 operatori museali da tutto il mondo, con una comunicazione-poster presentata presso il Politecnico, nel contesto del laboratorio-ecomusei, dal titolo “The maggengoes, temporary mountain hamlets: forgotten landscapes“.

Programma – 30esimo Macugnaga