Le più antiche scritte dei pastori delle valli di Fiemme e Fassa retrodatate di un secolo

Panchià, 2 dicembre 2014

 

È di questi giorni la notizia del ritrovamento, tra la miriade di foto scattate tra il 2007 e il 2012 dai ricercatori del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina nel gruppo del Latemar-Cornón, di alcune scritte datate al 1558. Da un punto di vista cronologico l’attività scrittoria dei pastori sulle pareti rocciose del Cornón era stata finora documentata a partire dalla seconda metà del ‘600 e continua fino ad oltre la metà del secolo scorso, ovvero fino al tramonto della società tradizionale. Le scritte, eseguite con il ból (ematite ferrosa), sono state rinvenute sull’attuale territorio di Panchià: siamo ancora lontani dal 1780, quando Panchià e Ziano si separarono dalla Regola di Tesero.

 

Comunicato stampa – Le più antiche scritte dei pastori