Premio “Contessa Caterina De Cia Bellati Canal” a Giovanni Kezich

Belluno, 21 novembre 2015

Sabato 21 novembre a Belluno è stato assegnato il Premio “Contessa Caterina De Cia Bellati Canal” organizzato dall’Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali, in ricordo della compianta nobildonna veneta, distintasi in gioventù nel campo ancora intonso della dialettologia alpina. Tra i cinque premiati con un Premio d’Onore, il Direttore del Museo Giovanni Kezich per “Carnevale Re d’Europa. Viaggio antropologico nelle mascherate d’inverno. Diavolerî, giri di questua, riti augurali, pagliacciate”, Priuli & Verlucca, 2015.
Il premio è stato attribuito con la seguente motivazione: “L’opera è frutto di una ampia indagine etnografica riguardante non solo l’Italia, ma tutta l’Europa. Suddivisa per ambiti tematici, evidenzia la continuità strutturale e ideale del rito del Carnevale dall’antichità fino ai nostri giorni. Lo stile vivace e il tono discorsivo, nonché il ricco apparato iconografico, rendono il volume particolarmente significativo”.

Di seguito la composizione della giuria per la Sezione sociologia e antropologia:
– Gianfranco Agostinetto, architetto
Flavio Bona, architetto ambientale
Diego Cason, sociologo
Iolanda Da Deppo, antropologa
Marina Di Ronco, esperta in cultura friulana
Daniela Perco, antropologa

Dopo il Premio “Leggimontagna 2015” a Tolmezzo e il “Premio Mazzotti-Gambrinus – sezione Esplorazione-Avventura”, è questo il terzo riconoscimento assegnato a Kezich per “Carnevale re d’Europa”.
Sabato 28 novembre, a Ponte di Piave in provincia di Treviso è attesa la nomina del vincitore assoluto del “Mazzotti-Gambrinus”, che verrà scelto tra i tre finalisti.