Vittorio Sgarbi in visita al Museo: „Dovrò studiare Šebesta“

San Michele all'Adige, 12 luglio 2020

Dopo una giornata di impegni presso il Museion, il museo d’arte moderna di Bolzano, domenica 12 luglio, Vittorio Sgarbi, presidente del MART – il Museo di arte moderna di Trento e Rovereto, è venuto in visita al Museo accompagnato dal suo staff e dall’Assessore Massimo Bessone della Provincia di Bolzano.
Con la guida del direttore Giovanni Kezich, Sgarbi si è trattenuto più di due ore al Museo, percorrendo con attenzione tutte le sale, gli allestimenti classici del fondatore Giuseppe Šebesta e quelli più recenti, ivi incluso il singolare ipogeo dedicato al culto italiano ed europeo di San Michele Arcangelo. La visita è poi proseguita nei chiostri, nella chiesa arcipretale di San Michele, e agli affreschi quattro-cinquecenteschi recentemente messi in luce lungo via Roma, con i santi Antonio, Rocco, Sebastiano e Cristoforo, e presso la locanda dell’Aquila nera. Sgarbi, che non è nuovo ai temi propri della museografia etnografica, ha apprezzato la qualità degli allestimenti e si è interessato alla copiosa produzione editoriale del Museo, e in modo particolare alla poliedrica personalità di Šebesta, fondatore del Museo, che fu scienziato e artista figurativo insieme.