SM23/2010 – IL ’68 DEGLI ETNOLOGI

 26.00

SM 23 / 2010

IL ’68 DEGLI ETNOLOGI
Ricordi con rabbia e senza nei 40 anni del Museo di San Michele
Per Diego Carpitella Tullio Tentori Carlo Tullio Altan

Atti di SPEA68 (Seminario Permanente di Etnografia Alpina – 12° ciclo) 2008

 

Beschreibung

Giovanni KEZICH, Il ’68 degli etnologi. Ricordi con rabbia e senza nei 40 anni del Museo di San Michele. Per Diego Carpitella Tullio Tentori Carlo Tullio Altan. Note di introduzione , pp. 9-11

Maurizio AGAMENNONE, Echi «sessantottardi» nel magistero di Diego Carpitella, pp. 13-23

Antonio BELLONI, Os mais vastos horizontes do mundo, pp. 25-28

Cesare BERMANI, Le ricerche del lungo Sessantotto, pp. 29-45

Gaetano FORNI, Sessantotto, «esplosione» di musei etno-contadini e nuova civiltà. Morfologia, anatomia, fisiologia, eziologia dell’etno-musealizzazione dalla preistoria ad oggi. La parallela sintesi di una nuova civiltà e di un nuovo mondo, pp. 47-96

Erika GRASSO, Dar voce al popolo, «zappata dopo zappata», I quarant’anni del Gruppo Spontaneo di Magliano Alfieri, pp. 97-118

Giovanni KEZICH, Šebesta sessantottino per forza , pp. 119-125

Massimo LIBARDI, Alessandro FONTANARI, Giulio BAZZANELLA, Patrizia BURDI, La vita era altrove? Derive antropologiche in un liceo classico intorno al 1968, pp. 127-140

Vincenzo PADIGLIONE, Promesse, delusioni e compimenti, pp. 141-155

Cesare POPPI, Dall’antropologia all’altropologia: considerazioni di un sessantottato, pp. 157-162

Emanuela RENZETTI, Tullio Tentori: il bisogno antropologico dal centro alla periferia, pp. 163-170

Giuliana SELLAN, L’antropologia a Trento nel 1968, pp. 171-180

Paolo SIBILLA, Carlo Tullio-Altan: un percorso di pensiero, pp. 181-190