IN EVIDENZA

Etnografia trentina in rete

Dalle sale del Museo dove sono ricostruite le grandi macchine idrauliche – il mulino il maglio la segheria la noria – è possibile spostarsi sul territorio, e visitare gli opifici, alcuni dei quali ancora funzionanti. Di questi, insieme a piccole e grandi collezioni etnografiche, case-museo, malghe, caseifici e tanti altri monumenti dell’antico sistema agrosilvopastorale, il Museo redige annualmente un itinerario di visita, che si completa con il contributo decisivo degli Ecomusei: Valsugana, Lagorai, Val di Peio, Vanoi, Tesino, Dolomiti-Garda, Argentario, Valle dei Laghi. La scoperta di questi siti, che si raggiungono attraverso percorsi talora defilati, poco battuti e un po’ segreti, è un’occasione importante di conoscenza del sistema agrosilvopastorale del passato e della sua cultura materiale specifica, ma anche di come una comunità di oggi sappia misurarsi con i propri ricordi e con il senso della propria identità.

vai a Etnografia trentina in rete